MISO SOUP 味噌汁: LA ZUPPA TIPICA GIAPPONESE

Sono certa che fra voi c’è qualche amante del MISO e sicuramente la maggior parte, se non tutti, saprete di cosa sto parlando! Qualcuno è poco avvezzo alla cucina nipponica? Si tratta di quella zuppa o brodo, chiamatela come preferite, che accompagna, praticamente, ogni pasto giapponese.

Non esagero affatto quando scrivo ogni pasto, perché qui, la tendenza locale, -ma non la mia- è quella di berla anche a colazione. Infatti, il primo momento culinario della giornata, in Giappone, è composto da cibi salati, al contrario di ciò a cui siamo abituati noi. Ovvio che, ci sono sempre delle eccezioni, date spesso da questioni di tempo, perché la mattina si è sempre un po’ di corsa. In casa nostra ad esempio, manteniamo tendenzialmente uno stile più italiano. Perciò al risveglio caffè latte con pane e marmellata, o qualcosa di dolce, solo ogni tanto caffè con un sandwich di prosciutto, formaggio e crema di uova. Marito compreso. Ebbene sì, ecco le piccole trasformazioni di un’italiana all’estero. Ora scrivetemi tutti inorriditi! 😉

mappa del Giappone che riporta la provenienza dei vari tipi di miso

Adesso però, basta divagare e torniamo alla nostra zuppa di miso. Il bello di questo piatto è che, oltre ad essere di semplicissima realizzazione, può essere adattato in tantissimi modi. Andando a memoria – perché ormai mi resta solo quella- in Italia , nei ristoranti, viene spesso presentato o solo il brodo (ricordo male?), oppure dentro si trovano delle alghe o il tofu. In realtà ci si può sbizzarrire, perché è ottima davvero con quasi tutte le verdure. Questo non lo dico solo io, quí, viene preparata davvero con mille varianti. Mi è capitato di berlo anche con le vongole! Detto ciò, mi raccomando metteteci SEMPRE qualcosa dentro… un giapponese a cui presentate il suo amato miso senza nulla, vi ringrazierà e dirà senz’altro ch’è ottimo, ma rimarrà un po’ perplesso. Ultima nota, le dosi che vi metto sono indicative, assaggiate e regolatevi a vostro piacimento, come faccio sempre io.

Allacciato il grembiule??

miso in vendita al super

INGREDIENTI:

1/2 cipolla, oppure 1 panetto di tofu a cubetti, oppure 1 patata tagliata in pezzi piccoli, oppure del daikon tagliato a fettine sottili, o ancora alghe Wakame ecc. (queste sono le varianti che faccio io)

500 ml circa d’acqua

10 gr circa di dashi ほんだし

2 cucchiai di miso みそ

ingredienti necessari

PROCEDIMENTO:

Se scegliete verdure che impiegano un po’ di tempo per la cottura, iniziate da quelle. Perciò tagliatele a fettine e iniziate a cucinarle in acqua NON salata, mi raccomando perché già il miso è molto saporito. Quando alla cottura non manca molto, ma PRIMA che l’acqua inizi a bollire, aggiungete la polvere di dashi. Ad inizio ebollizione mettete i 2 cucchiai di miso e girate per farlo sciogliere per bene, subito dopo spegnete il fuoco.

Se scegliete di utilizzare alghe Wakame, fate attenzione! Se sono secche dovrete prima farle bollire in acqua, poi toglietele dalla pentola, strizzatele un pochino e tenetele da parte. Le aggiungerete col miso.

Beh che dire.. è l’ideale per riscadarsi nelle fredde sere d’inverno. E perché no, anche d’autunno!

Related posts

Lasciami un commento! Ti è piaciuto questo articolo?